Ebbene sì, pare che l’Ikea, società svedese di mobili nota in tutto il mondo ha deciso di spostare la produzione dall’Asia (ossia paesi come la Cina, la Tahilandia, la Malesya) all’Italia. In un momento nel quale tante aziende continuano a delocalizzare all’estero, l’Ikea ha deciso invece di spostare le produzioni al Nord Italia per una questione di convenienza e qualità.

I motivi pare siano vari: in primo luogo l’aumento del costo della manodopera che -data la crescita dei paesi asiatici- stia diventando meno conveniente (in parole povere, le assunzioni ikea in Asia sono troppo costose); anche la lontananza di tali paesi incide molto sui costi; e in ultimo ma non per importanza, la qualità della manodopera che in Italia è decisamente migliore.(Basti pensare che il 34% delle cucine al livello mondiale, proviene da una industria italiana). E’ quindi questa un’ottima opportunità per chi volesse lavorare per il famoso colosso svedese.

Questo è il momento migliore per le assunzioni Ikea,se interessati non dovete far altro che andare sul sito e seguire la procedura. Se invece state cercando lavoro da casa, vi sono molti siti internet che possono aiutarvi, uno ad esempio è Trovit.it,ma logicamente dipende dal lavoro che cercate.

Ma attenzione alle truffe… Riconoscerle è molto semplice in verità, in quanto la maggior parte delle offerte di lavoro da casa/ bufala, offrono compensi elevatissimi in cambio di piccoli investimenti di 1000 o 2000€ per l’acquisto di materiale (sia cartaceo sia elettronico) che servirà poi per lavorare. Attenzione quindi alle offerte di lavoro da casa che possono essere bufale ma non per questo rinunciate a cercarne.