Moltissime sono le tipologie di diete per dimagrire conosciute, ma fra le tante, due sono le più discusse e sono la dieta ipocalorica e quella dissociata. Vediamo come funzionano.

La dieta ipocalorica cerca di tenere basso il contributo di calorie facendo attenzione però a non scendere oltre le 1200 kcal al giorno perché sono importanti per l’organismo, sono “l’energia” che fa funzionare tutto e quindi bisogna regolarne le quantità distribuendole correttamente durante l’arco della giornata.

Come funziona una dieta ipocalorica?
E’ semplice, basta ridurre l’apporto di calorie di cui l’organismo ha bisogno in modo tale che per produrre energia esso attinga al grasso di cui vogliamo liberarci. Naturalmente bisogna mantenersi nei limiti delle 400/600 kcal al giorno e in genere non bisogna mai andare al di sotto delle 1200 kcal per non rischiare: a) di sottrarre vitamine e sostanze essenziali per il corpo; b) distruggere la massa muscolare; c) destabilizzare il fisico accusando stanchezza, spossatezza, e addirittura rischiare svenimenti che porterebbero a lasciare la dieta con la conseguenza immediata del recupero dei chili persi, magari con qualcuno aggiunto.

La dieta dissociata invece si basa sul principio che nell’organismo possono formarsi accumuli di prodotti non bene bilanciati che il corpo non è in grado di eliminare e che possono causare problemi di salute.
Il dottor William Howard Hay, suo creatore, sosteneva che vi erano 4 cause fondamentali quali: consumo eccessivo di carne, di carboidrati raffinati (farinacei), non conoscenza della chimica della digestione e sovralimentazione, e stabilì 5 regole base:

  • Non mangiare carboidrati con proteine e frutti acidi durante lo stesso pasto;
  • Mangiare soprattutto verdura, insalata e frutta;
  • Mangiare in quantità limitata proteine, amido e grassi
  • Mangiare grano integrale evitando alimenti raffinati e processati, come cibi a base di farina bianca, zucchero e margarina
  • Fra un pasto e l’altro far passare almeno 4 ore/ 4 ore e mezza.

Com’è strutturata questa dieta?

La dieta dissociata si basa sulla divisione dei cibi in tre grandi categorie: proteine (come la carne, il pesce, le uova, i formaggi..) , carboidrati (come la pasta, il pane , il riso, i legumi..) e cibi neutri (come le verdure, gli oli e le spezie) .
Il principio fondamentale è quello di non associare mai nello stesso pasto alimenti di categorie diverse. Solamente i cibi neutri, vale a dire le verdure, possono essere consumate liberamente.

Naturalmente qualsiasi dieta scegliate, consultate sempre prima un medico, ed evitate il fai-da-te!