Il search engine marketing si compone principalmente di due tipologie di attività: il posizionamento organico, anche chiamato tradizionale o naturale, che riguarda i risultati non a pagamento ilei motore di ricerca, e il pay per click, che genera i risultati sponsorizzati.Entrambe sono importanti per dare al sito Web una visibilità di primo piano, e la complementarietà delle due forme di promozione può propendere verso una o l’altra a seconda degli obiettivi, dei budget a disposizione, e di molte altre variabili.

Vista la crescente popolarità dei motori e l’uso sempre più frequente che ne fanno i navigatori, la visibilità nei motori di ricerca non è un accessorio da cucire a sito completo,
bensì è una variabile determinante in fase di studio del progetto.

Questo vale in particolare per il posizionamento organico o naturale, per il quale il sito e i suoi contenuti sono al centrodell’attività di valutatone del motore.

La visibilità ottenuta con il posizionamento organico, inoltre, è destinata ad acquisire un valore sempre maggiore, visto l’aumento esponenziale degli investimenti necessari per ottenere visibilità da una campagna di promozione in modalità pay per click e la diversa percezione dei risultati da parte dei navigatori.

La progettazione
Immaginiamo quello che succede per la progettazione di un negozio importante,: chi si occupa del progetto terrà conto della facciata esterna, degli arredi, delle uscite di sicurezza, delle luci, magari della zona bar. La progettazione e la costruzione, quindi, coinvolgono diversi settori di competenza e differenti professionalità.

Tutti hanno un obiettivo: fare in modo che il negozio rappresenti al meglio la marca, che sia ben visibile e riconoscibile, che venda.

Ma immaginiamoci che a negozio inaugurato, ci si accorga che non è stato concepito in modo da far parlare di sè, non è stato pensato in modo che sulle guide della città e sulle riviste di design abbia delle buone recensioni, invece di trovarsi nella via dello
shopping è in una zona periferica, difficilmente frequentata dai clienti tipo.

Per finire, le persone che volentieri entrerebbero per provarsi un abito non sanno che il nuovo negozio esiste. Nella progettazione di un sito Web succede lo stesso. Diverse sono le competenze coinvolte, coordinate da un capo progetto.

Per far sì che il sito possa essere reso ben visibile nei motori di ricerca, però, in fase di progettazione bisogna tenere conto di tutte le specifiche tecniche e di contenuto necessaire
affinchè il sito sia raggiungibile dai motori e venga letto nei suoi contenuti.

Continuando con l’esempio iniziale, in fase di progettazione del sito è necessario tenere conto di tutti quegli elementi che lo renderanno un sito di successo dopo il taglio del
nastro. Anche in questo caso le competenze coinvolte sono trasversali:
coinvolgono il Web designer, il programmatore, chi sceglie il Content
Management System (Cms), il responsabile per i contenuti e il redattore
dei testi.

A monte, coinvolge anche chi ha il compito di scegliere il dominio e
il piano di housìng/hosting. Naturalmente, nel caso in cui a
sviluppare il sito sia un’agenzia Web esterna, un ruolo fondamentale
è affidato a chi comunica con il cliente: questa figura deve
essere in grado di motivare certe scelte, magari meno estreme nelle
soluzioni grafiche e con poco spazio per effetti luna park, ma
infinitamente più efficaci in termini di resa del sito come
strumento di comunicazione e business.

Progettazione e promozione: gli obiettivi

Perchè l’azienda decide di investire nello sviluppo del sito?
Perchè il responsabile marketing decide di investire
nell’attività di search engine marketing? Il progetto comincia
da qui, cioè dalla definizione degli obiettivi.

Se l’azienda committente ha richiesto un sito di e-commerce e
l’obiettivo è vendere un prodotto o servizio, nei motori di
ricerca dovrà esser ben visibile il catalogo, e in particolare
le schede prodotto. Che quindi avranno una struttura pensata per questo
scopo. Se il sito è istituzionale e ha l’obiettivo di dare
informazioni credibili e complete agli azionisti, l’accesso dai motori
di ricerca dovrà avvenire nella sezione dedicata
all’organizzazione societaria e ai risultati ottenuti nell’anno
precedente, piuttosto che nell’area con le informazioni tecniche per
gli investitori.

Queste sezioni avranno quindi delle caratteristiche tali da essere
lette dai motori di ricerca, e nell’albero di navigazione avranno una
posizione di prominenza (per intenderci, non saranno nascoste in
cartelle di terzo o quarto livello). Questo tipo di premesse fondanti
permettono di avviare la progettazione e di proseguire facendo le
scelte giuste senza correre il rischio di costruire un negozio per
bambini e neonati su sei piani, senza ascensore. Possiamo raggruppare
le variabili

sito search engine friendly in due categorie: variabili tecnologiche
e variabili di contenuto. Al primo gruppo appartengono per esempio i
Cms e la tecnologia di sviluppo prescelta; al secondo gruppo
appartengono i contenuti testuali, la struttura di navigazione
ipertestuale interna ed esterna, i mela tag. Cosi come ogni progetto
Web ha la propria storia e le proprie specifiche, allo stesso modo per
ogni progetto Web da promuovere nei motori di ricerca sarà
necessario fare le scelte tecnologiche e di contenuto più
adatte, a seconda degli obiettivi da raggiungere. Vediamo di seguito
alcuni degli aspetti principali di cui tenere conto.

Autore: Stefano Mc Vey Posizionamento e Web Marketing
Tratto dal sito ufficiale: Posizionamento & Tecniche Seo

Fonte: Article
Marketing Italia